• domenica , 14 luglio 2024

Come il Codice dei contratti pubblici aiuta a innovare e a gestire processi sostenibili nella realizzazione delle infrastrutture

Lo scorso 31 maggio si è tenuto, presso la sala convegni della sede a Roma di ANCE Nazionale, il Convegno Nazionale “Come il Codice dei contratti pubblici aiuta a innovare e a gestire processi sostenibili nella realizzazione delle infrastrutture” organizzato dal Settore Costruzioni di AICQ con l’obbiettivo di “fotografare” il mondo delle costruzioni tra presente e futuro e di evidenziare come il Codice dei Contratti Pubblici sia di aiuto ad innovare ed a gestire processi sostenibili nella realizzazione delle infrastrutture.

settoreAICQ-COSTRUZIONI

Hanno collaborato all’iniziativa: AICQ Nazionale, AICQ Centro Insulare, ANCE Nazionale – Associazione Nazionale Costruttori Edili, Accredia – l’Ente Italiano di Accreditamento, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ed il Collegio degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati di Roma, Rieti e Viterbo.

È stato, invece, sostenuto da ANCE Nazionale, ICMQ Istituto Certificazione e Marchio di Qualità per prodotti e servizi per le costruzioni, CMB Building Innovation, ABICert l’ente di certificazione, OUR GREEN WORLD, RFI Rete Ferroviaria Italiana e ITALFERR del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

“Il convegno è stata una importante occasione per incontrare ed ascoltare realtà imprenditoriali di eccellenza, su un tema oggi molto sentito: il futuro del mondo delle costruzioni tra il nuovo Codice degli Appalti, la digitalizzazione e le certificazioni sempre più di interesse predominante. Evidenzia Alessandro Stratta – Presidente del Settore Costruzioni di AICQDa una parte le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (P.N.R.R.), da impiegare bene e nei tempi (2026), rappresentano per l’Italia un’occasione unica per modernizzare e potenziare in modo sostenibile il sistema infrastrutturale, dall’altro la necessità di garantire standard di altissimo livello per quanto riguarda l’introduzione della digitalizzazione in tutte le fasi (progettazione, realizzazione e manutenzione) e la necessità di garantire altissimi livelli di sicurezza sul lavoro nonché di sicurezza dei dati trattati (cybersecurity) rappresentano sfide che non possono essere disattese. In questo contesto il comparto delle costruzioni, storicamente sempre refrattario alle innovazioni, è sicuramente al centro di una svolta epocale sia dal punto di vista tecnologico che finanziario.”

Articolata in tre momenti successivi di approfondimento (progettazione/ costruzione e innovazioni più confronto con gli altri Settori), la giornata ha evidenziato l’utilità di applicare il Sistema BIM, le norme sulla sostenibilità, sul risk management e sui sistemi di gestione (qualità, ambiente, salute e sicurezza) nella progettazione e nella costruzione delle infrastrutture.

I Relatori intervenuti al Convegno – continua Alessandro Stratta – hanno portato contributi che rappresentano le esperienze maturate con le proprie Organizzazioni che, considerata la straordinaria qualità delle stesse, saranno sicuramente di riferimento per il futuro. L’opportunità che abbiamo offerto è stata raccolta da molti e ci si è confrontati su una serie di temi che costituiranno sicuramente la leva trainante per una rinascita del sistema Paese. In questa circostanza si è voluto dare ‘voce’ ai protagonisti che hanno lavorato o stanno lavorando alla realizzazione di opere con un alto livello di Qualità e nel rispetto di canoni di Sostenibilità elevatissimi.
La partecipazione all’evento si è attestata a buoni livelli, testimonianza dell’interesse destato dalla straordinaria professionalità e capacità espositiva dei Relatori che ci hanno onorato della loro presenza e dei contenuti delle loro relazioni. Doveroso citarne i nominativi, in ordine di partecipazione: Angelo Ciribini, Antonello Martino, Chiara Butera, Andrea Vanossi, Francesca Valerio, Lorenzo Orsenigo, Antonio Bianco, Federica Alatri, Guido Mastrobuono, Marco Soverini, Patrizia Vianello, Umberto Ricciardi, Cecilia Cazzola, Luca Dominici, Pietro Lauro, Luca Beccastrini, Ersilia Pressi, Oliviero Casale.
A loro va un sincero ringraziamento ed i complimenti del Settore Costruzioni e di AICQ intera.
Il mio ringraziamento va altresì a tutti quanti hanno collaborato al buon esito della manifestazione ed in particolare a chi mi ha supportato nella complessa organizzazione di un evento tanto importante: Marta Gentili, Maria Teresa Barone, Leila Bizziccari, Pietro Fedele e Massaro Nicola.”

Schermata 2024-04-10 alle 14.28.49

Related Posts