• domenica , 16 maggio 2021

AICQ Nazionale patrocina il 1° Evento Metrico 2021 GUFPI-ISMA

Anche quest’anno AICQ Nazionale patrocina il 1° Evento Metrico GUFPI-ISMA che si terrà on line, venerdì 28 maggio 2021, dalle 09:00 alle 17:00.

Per i soci AICQ è prevista sulla quota di partecipazione una riduzione pari al 10%, selezionando l’opzione “One Day – Convenzioni” all’interno della pagina dedicata all’evento sul portale Gufpi-Isma (vai al link >>>)

DETTAGLIO INTERVENTI PRIMO EVENTO METRICO 2021
Inizio previsto 10.15 – Fine ore 17.00

Lo Specialista di Misurazione: una professionalità  riconosciuta? 
(A. Battistata, B. Nocito, P. Billia, D. Natale, L. Buglione – GdL UNINFO)
UNINFO (Ente federato all’UNI – Ente Italiano di Normazione) collabora con il Comitato Tecnico UNI/CEN 428. Questo comitato ha il compito di mantenere ed evolvere lo European Competency Framework (e-CF) e, tra le altre cose, di definire i Profili Professionali coerenti con la norma. Ad ottobre 2018, GUFPI-ISMA inizia la collaborazione con UNINFO e con il Comitato Tecnico Europeo per proporre una nuova norma per il riconoscimento della figura e delle competenze dello Specialista di Misurazione (Measurement Specialist) all’interno di e-CF. Molta strada è stata fatta, la norma è stata scritta, rivista, corretta, ri-scritta, ri-rivista e infine approvata ad aprile 2021 (UNI 11621-6:2021). La presentazione racconta il percorso fatto, l’importante milestone raggiunta e i nuovi obiettivi per il futuro.

Sistemi di delivery, contiamo in  SNAP o FP per aumentare la sicurezza
(G. Caliendo, A. Ases Caliendo – ART)
Con la pandemia vi è stato un’esplosione dei sistemi di delivery, in questo articolo partendo dalla valutazione della percezione del livello di sicurezza dei clienti, si è giunti alla conclusione che avevamo sbagliato punto di vista, il problema critico è la sicurezza dei sistemi per i negoziati, si riportano le analisi effettuati su alcuni sistemi. Un mondo di “semplificazioni tecniche” che stanno minando l’economia già enormemente danneggiata, l’apparire sta uccidendo l’essere.  Nella seconda metà del 2020, vista la “pubblicità” dei vari sistemi di delivery il team di Analisi dell’ART (Associazione Ricerca e Tecnologie) si era posto il seguente quesito: “qual è la confidenza del livello di sicurezza che gli utilizzatori di questi sistemi percepiscono e come le piattaforme ne danno evidenza”. Per rispondere al quesito si è cercato di individuare le piattaforme più comuni in Italia ed analizzarle, per poterle opportunamente tracciare, è stato realizzato un semplice sistema per monitorare le chiamate e l’interscambio dei dati. Dopo le prime interazioni in cui sono state valutare le elaborazioni lato client, un aspetto che si evidenziava più interessante è stato quello di “sicurezza della piattaforma” non tanto per gli utenti finali ma per i commercianti. Nella presentazione vogliamo evidenziare i rischi a cui molti commercianti sono esposti, valutare i problemi tecnici e valutare l’impatto in SNAP e/o FP per l’adeguamento del minimo livello di sicurezza.

Quello che dovreste sapere sulle metriche funzionali ma non avete mai osato chiedere
(G. Lanza – CSI Piemonte)
Quest’anno sono ormai 23 anni dal momento in cui venni a contatto con il mondo delle metriche (seguii nel lontano 1998 un corso tenuto da David Longstreet). Come si dice, di acqua sotto i ponti (e aihmè, anche sopra, viste le innumerevoli alluvioni) ne è passata parecchia; molte sono state le occasioni di confrontarmi con la realtà metrica e, vorrei dire, con il divenire del mondo ICT in genere. Questo webinar vuole essere un brainstorming su quello che sono le misure funzionali, su alcuni aspetti che si danno ormai per scontati e che, però, rischiano di alimentare una certa auto referenzialità che non è mai cosa buona e giusta, di evidenziarne l’esatta valenza e di evidenziare, come, invece, sono spesso interpretate in modo semplicistico. La presentazione si conclude con una proposta (se indecente o meno lo scoprirete).

Generating Reports: how many EPs should  be counted with FPA?
(L. Buglione – IFPUG/Engineering)
[presentazione valida per il programma IFPUG CEP – Certification Extension Program] Uno degli aspetti di maggior attenzione in un conteggio è la determinazione del giusto numero di processi elementari (EP – Elementary Process), ribadito nel CPM IFPUG v4.3 con il c.d. principio di “univocità dei processi elementari”. Con l’avvento di tecnologie sempre più nuove e performanti sono cambiate e cambieranno ulteriormente le modalità di produzione di report, ad esempio in ambito DWH o con generatori automatici di report (es. Crystal Report). La domanda dal punto di vista del dimensionamento funzionale è quindi: quanti EP si debbono contare? La presentazione propone la soluzione confrontando scenari realizzativi diversi, e sottolineando che la FPA IFPUG, come ogni tecnica FSM, misura la dimensione funzionale dei FUR e non il relativo effort (e quindi produttività).

Related Posts