• martedì , 21 novembre 2017

Ripartire dai giovani e dalle nuove professioni, investire sulle competenze, innovare i modelli organizzativi

Palermo, 14 novembre 2017 – Aicq Sicilia, in collaborazione con ISPEME Servizi, ricorda la sua imminente iniziativa: la XIII Giornata della Qualità – Ripartire dai giovani e dalle nuove professioni, investite sulle competenze, innovare i modelli organizzativi.

>>> Scarica la locandina

PRESENTAZIONE
La “Giornata della Qualità” nasce nel giugno del 1992. Mettere in cantiere la XIII edizione di un appuntamento convegnistico che ha attraversato più di due decenni sui temi della Qualità è un risultato ambizioso che non avremmo immaginato di raggiungere a 25 anni dalla prima edizione. L’edizione 2017, in continuità con il Tema della European Quality Week 2017 “Quality Transforms!” persegue, obiettivi di diffusione della “Cultura della Qualità”, che rappresentano oramai un traguardo obbligato per tutte quelle organizzazioni – pubbliche e private – che vogliono proporsi credibilmente e competitivamente sui rispettivi mercati.
Il tema di quest’anno è estremamente attuale perché rappresenta una doppia sfida sul fronte culturale e applicativo per l’affermazione di nuovi Modelli Organizzativi Etici e Risk Based. Oggi quindi, ancora più che in passato, l’iniziativa mette insieme un patrimonio di esperienze e una rete di rapporti scientifici a livello locale e nazionale che ha segnato in questi anni il forte impegno sul campo dei soggetti promotori.

DESCRIZIONE E OBIETTIVI
Il Convegno persegue l’obiettivo di diffusione di “Strumenti della Qualità” in “Trasformazione” come evoca il tema della European Quality Week 2017, ripartendo dai Giovani e dalle nuove Professioni, investendo sulle Competenze, Innovando i Modelli Organizzativi. La Giornata della Qualità 2017, riprendendo le linee già tracciate nelle precedenti edizioni, affronterà e spazierà sul tema delle nuove frontiere della Qualita’: Project & Risk Management all’interno del contesto normativo, analizzando strumenti e opportunita’.

DESTINATARI
Professionisti di oggi e di domani, Operatori del mondo economico, culturale, della Pubblica Amministrazione, e delle Public Utilities.

Related Posts