• lunedì , 9 dicembre 2019

Reti neurali per consumare meno

Algoritmi di apprendimento automatico, in pratica intelligenza artificiale (AI), per prevedere i picchi di consumo energetico non pianificati, e identificare metodi e strategie per prevenirli. Sono nuovi sistemi di AI al servizio degli edifici commerciali e industriali, per rivoluzionare la gestione dell’energia, consumare meno, sprecare meno, spendere meno e meglio.

Li ha sviluppati ABB, in collaborazione con Verdigris Technologies, specialista di Artificial intelligence della Silicon Valley, nell’ambito del programma Open Innovation della multinazionale Hi-tech svizzera. Si tratta in sostanza di usare l’intelligenza artificiale per aiutare le aziende a prendere decisioni migliori nella gestione dell’energia, innovare soluzioni e servizi dedicati.

AICQ Nazionale informa dell’articolo apparso sul portale Innovation Post a firma di Stefano Casini – Giornalista specializzato nei settori dell’Economia, delle imprese, delle tecnologie e dell’innovazione.

>>> Vai alla news

Related Posts