• sabato , 16 novembre 2019

Impresa 4.0: quali competenze professionali?

Avviata dal tavolo di lavoro UNI “Profili professionali Impresa 4.0” Catturala pubblica consultazione di tre progetti di Prassi di riferimento, nate in collaborazione con AICQ, progetti che definiscono le competenze connesse a “Impresa 4.0”. Si tratta di profili professionali manageriali degli esperti che, avvalendosi delle tecnologie abilitanti, supportano la valorizzazione, il trasferimento e l’applicazione dell’innovazione nei processi e nei sistemi organizzativi delle Infrastrutture Critiche dei settori ferroviario, costruzioni ed energia.

L’attività di elaborazione delle Prassi di riferimento ha portato alla consultazione pubblica tre documenti:

  • Impresa 4.0 – Competenze dei profili manageriali degli esperti, che avvalendosi delle tecnologie abilitanti, supportano la valorizzazione, il trasferimento e l’applicazione dell’innovazione nei processi e sistemi organizzativi delle Infrastrutture Critiche del settore “Ferroviario”
  • Impresa 4.0 – Competenze dei profili manageriali degli esperti, che avvalendosi delle tecnologie abilitanti, supportano la valorizzazione, il trasferimento e l’applicazione dell’innovazione nei processi e sistemi organizzativi delle Infrastrutture Critiche del settore “Costruzioni”
  • Impresa 4.0 – Competenze dei profili manageriali degli esperti, che avvalendosi delle tecnologie abilitanti, supportano la valorizzazione, il trasferimento e l’applicazione dell’innovazione nei processi e sistemi organizzativi delle Infrastrutture Critiche del settore “Energia”

I progetti sono sottoposti a consultazione pubblica sino al prossimo 15 settembre, con l’obiettivo di raccogliere osservazioni da parte del mercato.

Le tre future UNI/PdR, partendo dalla mappatura delle attività dei tre profili, individuano le conoscenze, le abilità, le responsabilità-autonomie, sulla base del Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF). I documenti forniscono, inoltre, gli indirizzi operativi per la valutazione di conformità ai requisiti di conoscenza, abilità e responsabilità individuati e finalizzati alla certificazione.

Si ricorda che le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, e costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

Per informazioni:
Divisione Innovazione
Email: sviluppo.progetti@uni.com

Related Posts