• lunedì , 16 settembre 2019

In risposta ai temi della sicurezza privata

Dopo aver superato la fase di consultazione pubblica, è stata da pochi giorni pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 54 “Sicurezza privata – Mappatura delle attività degli operatori della vigilanza (sicurezza complementare/sussidiaria), sicurezza ausiliaria, servizi di controllo/stewarding e investigazioni”.

Per “sicurezza complementare/sussidiaria” si intendono tutti quei servizi di sicurezza che devono essere necessariamente svolti da guardie particolari giurate: ad esempio la sicurezza negli aeroporti, nei porti, nelle stazioni ferroviarie e metropolitane, la custodia e il trasporto di valori, la vigilanza armata mobile, la vigilanza presso infrastrutture del settore energetico o delle telecomunicazioni e presso ogni altra struttura che può costituire un obiettivo sensibile ai fini della sicurezza, dell’incolumità pubblica o della tutela ambientale.

Il documento è frutto della collaborazione tra UNI e A.I.S.S. – Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria – e fornisce una mappatura delle attività e delle figure professionali che operano nel settore della sicurezza privata, ovvero la vigilanza (sicurezza complementare/sussidiaria), la sicurezza ausiliaria, i servizi di controllo/stewarding) e le investigazioni. [Fonte UNI]

>>> Vai alla news dedicata

Related Posts